Il barattolo della calma

(foto realizzata con Canon Eos 1100d)

Ispirato al metodo Montessori, il barattolo della calma è davvero semplice da realizzare ed è utile sia per gli adulti per dar sfogo alla propria creatività che per i più piccini, per rilassarsi. E’ davvero carino da vedere e può essere una valida idea regalo fai da te.

L’occorente:

-barattolo in vetro (anche da riciclo)

-colorante alimentare blu, o del colore che preferite

-brillantini, tanti 🙂

-colla per chiudere il vasetto (quella che avete in casa)

-nastrini colorati.

Mettiamoci all’opera.

-Riempiamo il barattolo con acqua fredda, versiamo il colorante alimentare, io ho utilizzato tutta la fialetta, insomma mettetene quanto più gradite l’intensità del colore.

-Aggiungete i brillantini e mescolate.

-Chiudete il vasetto mettendo sul bordo del coperchio della colla, potete usare quella vinilica, quella a caldo o l’attak, quella che avete, io ho usato l’attack. Prima di mettere la colla assicuratevi che il tappo e i bordi del vasetto siano asciutti.

-Decorate il vasetto con i nastrini, decorazioni, aggiunte per coprire eventuali loghi o scritte.

Siate liberi di creare e mettere quel che più vi piace.

Vi mostro nelle foto il risultato finale, pur essendo la prima volta, e malgrado alcune imperfezioni sono soddisfatta.

barattolo della calma a “riposo”, decorato con nastro in organza blu e fiocco celeste riciclato da un pacchetto regalo.
si vede la data di scadenza sul tappo, un’idea potrebbe essere quella di dipingere il tappo, magari la prossima
shakerate
per coprire il logo del tappo, ho colorato un foglio da disegno ruvido con pastello blu
buona calma a tutti

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Dona

Kintsugi:riparare con l’oro

Dona gli abbracci

a chi ha ali spiegate

come gabbiani

non versare più una lacrima

invana

in questo mare di pianti antichi.

Ricorda e dimentica

il dolore

di un tempo sospeso

senza appigli.

Lente di ingrandimento

tra le crepe

microfratture

riaperte

che riempiremo

con l’oro.

Regala il tuo tempo

a chi sa attendere

un nuovo inizio

con speranza.

Riscrivi un’altra storia

dal fondo

risali la china

respira forte

verso nuove possibilità.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Chilometri

Chilometri

interni

di strade

di luci e ombre

ho percorso

trasformando

un pensiero.

Non possiamo sottrarci al succedere degli eventi

ma possiamo soppesare la sua pesantezza

dargli un valore

uno spazio

sempre minore

per poi abbandonarlo

lasciarlo soccombere.

Cammina

con i pensieri

tornerai

al centro

con uno sguardo nuovo

c’è una strada

che non vedi

invisibile in velocità

rallenta,

il tempo scorre

come un fiume

e fa il suo corso.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Albert Einstein

6a052955a2107704a6d3923e10c5ca7b

Albert Einstein, il più grande fisico del XX secolo, Ulma 14 marzo 1879- Princeton 18 aprile 1955.

 

“La vita è come andare in bicicletta. Per mantenere l’equilibrio devi muoverti”.

“Chi dice che è impossibile… non dovrebbe disturbare chi ce la sta facendo”.

“C’è una forza motrice più forte del vapore, dell’elettricità e dell’energia atomica: la volontà”.

“Colui che segue la folla non andrà mai più lontano della folla. Colui che va da solo sarà più probabile che si troverà in luoghi dove nessuno è arrivato”.

“La logica vi porterà da A a B, l’immaginazione vi porterà dappertutto”.

“Se vuoi una vita felice, devi dedicarla a un obiettivo, non a delle persone o delle cose”.

“Non smettiamo mai di osservare come bambini curiosi il grande mistero in cui siamo nati”.

 

Pubblicato in Senza categoria | 1 commento

Fai spazio

gallery-1484746508-psicodecluttering

Le fragilità

sono i punti di forza

su cui facciamo leva

per sollevarci.

A ognuno il peso

che riesce a sopportare

con tolleranza

accettazione

perseveranza

coraggio.

Fai spazio

sii libera.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

La vocazione di perdersi

51S-uzaHUHL

“Così, tenendoci in sintonia con queste epopeee e con altre sconosciute che ci precedettero nella notte dei tempi, la marcia verso orizzonti che si avvicinano con lentezza estrema è costruzione di fiducia, per istinto appreso nelle ere dell’evoluzione.

Se per la nostra crescita è così utile perdere la strada, o andare per una via ignota – anche se non tutti la apprezzano – dipende da un dato di fatto universale, cioè che l’evoluzione della vita si fonda sulle deviazioni: la natura stessa usa l’errore per generare la meravigliosa varietà dei viventi e la biodiversità.”

Estratto da “La vocazione di perdersi, piccolo saggio su come le vie trovano i viandanti” di Franco Michieli.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Come ci si sente

woman-horse

Come ci si sente

come dopo un grande sforzo fisico

i pugni che hai tenuto stretti

possono rilassarsi

sciogliersi

C’è la resa

il corpo si alleggerisce

ha spezzato tutte le catene

abbattuto i muri,

non so quantificare quanti tramonti

mi occorrano ancora

ma non smetterò di camminare.

Quel che possiamo fare

è dare senso

o ridare un senso

a quello che è successo

dandoci le parole

e le possibilità per farlo.

Ho una gran voglia di luoghi

e di posti in cui tornare

di persone, di epoche

da rincontrare.

Ho voglia di partire

verso viaggi incerti

ma partiamo lo stesso.

Sono stanca dell’immobilità

Del silenzio

e della malinconia

che a volte mi prende.

Mi parlo e trovo motivazioni ogni giorno

una chiave di accesso ai nostri cuori

sconnessi.

Tornano i sogni

e le parole

grazie a chi mi tende la mano

e sa ascoltare i silenzi,

ci sto provando da sola

insieme a tutti voi

mi rialzo dopo la caduta

e torno a cavallo

mi ricordo di com’ero

e di come voglio essere,

felice.

 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Pablo Neruda

Nascere non basta

e’ per rinascere che siamo nati.

Ogni giorno.

(Pablo Neruda)

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

M. Buber

GIGIA-736x400

“Il mondo non è comprensibile, ma è abbracciabile”

(Martin Buber)

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Tramonto

faro

La felicità sta nel cammino

e non all’arrivo

è sempre in movimento

breve e fugace

ma esiste,

ci attende

da qualche parte

e noi la cerchiamo

nei posti

fisici e mentali

in un prato

in una spiaggia

o in un lago

in un volo di gabbiano,

in un ricordo passato

e felice.

Tutto il superfluo

si dissolve tra le onde del mare

e si respira il senso di libertà

accresciuto dalla nostalgia

di questi mesi.

L’essenziale ora sta in un istante

di un tramonto

di fine giornata.

Un’atmosfera dorata

che si tinge di rosso

avvolge e culla

i cuori da consolare.

Con amore accende tutto attorno

come un fuoco

si colora il cielo

e i riflessi di onde

sulla sabbia lucida.

Tramonta un’altra giornata

e il domani è più vicino.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento