La vocazione di perdersi

51S-uzaHUHL

“Così, tenendoci in sintonia con queste epopeee e con altre sconosciute che ci precedettero nella notte dei tempi, la marcia verso orizzonti che si avvicinano con lentezza estrema è costruzione di fiducia, per istinto appreso nelle ere dell’evoluzione.

Se per la nostra crescita è così utile perdere la strada, o andare per una via ignota – anche se non tutti la apprezzano – dipende da un dato di fatto universale, cioè che l’evoluzione della vita si fonda sulle deviazioni: la natura stessa usa l’errore per generare la meravigliosa varietà dei viventi e la biodiversità.”

Estratto da “La vocazione di perdersi, piccolo saggio su come le vie trovano i viandanti” di Franco Michieli.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...