Attraversami il cuore

Atraversami il cuore, Paola Turci

Attraversami il cuore,
il peso della solitudine è variabile
L’amore si può mancare per un attimo
Attraversami il cuore,
perchè arriva troppo presto
o troppo tardi si fa ricordare
E ritrovare i momenti perduti non è facile
… non è facile

Attraversami il cuore io non so fino a dove
il cielo allunga le braccia
mentre il tempo ci sporca la faccia
tu attraversami il cuore
le parole non possono spiegare
quando il fuoco finisce
e comincia l’amore
non andartene… non andartene.

Io non so fino a dove
ci porteranno i nostri sogni
ma so che fino a quando
ci parleranno d’amore
continueranno a fiorire stagioni.

Attraversami il cuore
per uno che ci riesce,
mille ci provano all’infinito
e troppi sono bagnati di lacrime
tu attraversami il cuore di luce …di luce, di luce
e d’allegria.
Non andare via
non andare via.

Io non so fino a dove
ci porteranno i nostri sogni
ma so che fino a quando
ci parleranno d’amore
continueranno a fiorire stagioni
…stagioni, stagioni.
Non andare via
non andare via

Attraversami il cuore
il peso della solitudine è variabile
l’amore si può mancare per un attimo

Fiori e foglie volano al vento

MEONI-quadro-70x50-FIORI-CAMPO-DI-FIORI-BIANCHI-_1
 MEONI QUADRO 70X50 FIORI CAMPO DI FIORI BIANCHI MATERICI CIELO ..

Guerriera in esilio

sei ritornata

sulle dure pietre

ammorbidite dallo scorrere

dell’acqua e del tempo.

Ti allontani

per vedere come si sta

al di fuori

di un perimetro

di un piccolo paese.

Osservi le tue paure

da lontano

getti un sassolino nel fiume,

ti liberi.

I luoghi sono memoria,

sono anche queste pietre

e questo fiume

e le montagne innevate

un deserto di paese

che comunque lentamente cambia.

Ogni volta scopri qualcosa di diverso

o qualche somiglianza

con quella che sei.

E’ il tuo viaggio,

fiori e foglie volano al vento

e aprono lo scenario

verso un altro paesaggio.

Hauser – Now we are free ❤

Thank you

Mentre ascoltavo distrattamente questa canzone mi sono soffermata sull’importanza di dire Grazie. A cosa? Alle persone, alle cose, ai momenti, a noi stessi… E in che modo? Ci sono molti modi e ognuno trovi il suo. Soprattutto oggi in questo nuovo anno, appena giunto sull’uscio delle nostre abitazioni in punta di piedi sento di esprimere la mia gratitudine con un semplice…

Grazie.

Caro anno grazie per essere passato, per i momenti difficili e per le prove a cui ci hai sottoposto, grazie per le emozioni che ci hai regalato, per la paura da cui è nato nuovo coraggio, per la speranza di poter aspirare a qualcosa di nuovo, grazie per le lezioni di vita che in nessun libro avremmo mai potuto apprendere grazie anche per questa lunga pausa, difficile, complicata, che abbiamo sempre rimandato, ma che abbiamo affrontato, attraversato, con rinnovata consapevolezza. Grazie per i momenti di silenzio, e per il caotico frastuono di un ritmo incessante, che è quello della Vita. Grazie per questo sentire così profondo, per tutto quel che riusciamo a pensare, ricordare, vivere anche nei momenti più impensabili, in velocità o in lentezza, siamo stati capaci di sopravVivere a noi stessi e in quel che ci circonda, ricordandoci che prezioso dono è la nostra Esistenza.

Dido – Thank You