Segui il tuo cuore

Immagine dal web

Segui il tuo cuore

E lasciati indicare

Il sentiero luminoso

In questa cecità affettiva

Che non vede

E non vuol far vedere

Segui il cuore

Supera il limite invalicabile

Per essere libera

Sciogli le catene

I nodi

Centrati.

Armonie

Armonie di suoni

lievi

come onde del mare

giungono

con nuova forza

tiepide

scaldano

ricordi

attimi

d’amore.

Sempre e per sempre – Francesco De Gregori

Pioggia e sole
cambiano
la faccia alle persone
Fanno il diavolo a quattro nel cuore e passano
e tornano
e non la smettono mai
Sempre e per sempre tu
ricordati
dovunque sei,
se mi cercherai
Sempre e per sempre
dalla stessa parte mi troverai
Ho visto gente andare, perdersi e tornare
e perdersi ancora
e tendere la mano a mani vuote
E con le stesse scarpe camminare
per diverse strade
o con diverse scarpe
su una strada sola
Tu non credere
se qualcuno ti dirà
che non sono più lo stesso ormai
Pioggia e sole abbaiano e mordono
ma lasciano,
lasciano il tempo che trovano
E il vero amore può
nascondersi,
confondersi
ma non può perdersi mai
Sempre e per sempre
dalla stessa parte mi troverai
Sempre e per sempre
dalla stessa parte mi troverai.

Legàmi

 

darlin_thread-rainbow-installation-plexus-35-gabriel-dawe-7.jpg
Un arcobaleno artificiale realizzato con migliaia di fili di lana
di  Redazione Darlin |
Il Toledo Museum of Art, in Ohio, ospita un’opera particolare fino alla fine di gennaio 2017. Un arcobaleno fatto a mano con migliaia di fili di lana. Il risultato è davvero speciale con questi colori che riempiono una stanza già piena di opere d’arte classiche. L’artista dietro questo lavoro è Gabriel Dawe e potete ritrovare il suo lavoro direttamente sul suo sito.

Legàmi

fili di lana

nel tempo

costruiscono

soffice scudo

dal resto

del mondo.

(P.S.)

 

Verso il mare

IMG_3034.JPG
Foto di P.S. : Veduta sul mare dal Castello Aragonese – Ortona (CH).

Domenica

l’auto azzurrina

trasporta e parcheggia

come un vascello carico di metalli preziosi

un padre e una madre:

Genitori.

Vengono per salutare

un caffè,

una passeggiata,

due chiacchiere…

Io

la faccia di chi si è appena svegliata

serena in fin dei conti

le chiavi in mano

mi metto alla guida

verso il mare

infinito.

(P.S.)

 

Il fuoco

Il fuoco l’elemento che associo a mio padre.

Il fuoco riscalda, illumina, protegge, nutre.

C’è un non so che di primitivo e di misterioso.

E insieme attendiamo e osserviamo…il fuoco.

Scoppiettante si quieta

profumi inebrianti di carni arrosto

si diffondono.

Pancia mia fatti capanna!!!

 

20170417_145625.jpg
 

il fuoco – foto di P.S.