Bellezza

“Noi cerchiamo la bellezza ovunque”…

barche-lido-bellissima-narca-al-tramonto-rosa-tenera-e-soave-bellissima1

(Immagine estrapolata dal web)

Bellezza

Annunci
Pubblicato in Cuore, Musica, Semplici pensieri | 4 commenti

Smile

“Smile and the world will smile with you”

“Sorridi e il mondo ti sorriderà”

2017-01-06-19-27-19

(Foto di P.S.)

Pubblicato in Quotidianità | 4 commenti

Io prima di te

io-prima-di-te-film

“Me before you” film di Thea Sharrock 2016 

Consiglio a tutti di vedere questo splendido film tratto dal romanzo di Jojo Moyes. Me ne sono letteralmente innamorata dai primi secondi.

Il film sta iniziando…Una scena a rallentatore lascia intravedere l’immagine di un uomo in smoking che attraversa la strada mentre parla al cellulare. Una moto sbuca all’improvviso e lo investe. Scende il nero sullo schermo per qualche istante.

Che ne sarà di quel ragazzo?

L’incidente di Will Traynor, un giovane e ricco banchiere,  cambierà in un attimo la sua vita e quella delle persone che gli stanno accanto. Prima dell’incidente Will era un ragazzo che amava la sua vita e la viveva al massimo. Ora si limita a sopravvivere, a sopportare la sua esistenza. Non accetta la sua condizione di quadriplegico ed è stufo di vivere.

“Non puoi cambiare la natura delle persone, puoi soltanto amarle”- si recita in una battuta.

E’ proprio quello che tenta di fare Luisa Clarck, una ragazza goffa e chiacchierona, che trova impiego come assistente di Will Traynor. L’incontro tra i due non è proprio dei migliori. I suoi abitini dai colori sgargianti e improponibili non passano inosservati agli occhi critici di Will.  Lei le tenta di ogni per entrare in contatto con Will, ma tutti i suoi tentativi sembrano fallire. Lui è respingente e la allontana con il suo infelice sarcasmo.

Nel momento in cui lei smette di essere apprensiva nei suoi confronti e a lasciargli lo spazio che desidera, sarà proprio Will a ricercare la sua vicinanza. Un giorno mentre Luisa mette in ordine alcuni dvd, Will le chiede di guardare un film sottotitolato insieme. Peccato che a Luisa non piacciano i film sottotitolati. Will con i suoi modi scorbutici e teneri la convince: “Cos’è non ti hanno insegnato a leggere a scuola? E’ un ordine signorina Clarck!” L’espressione felice di lei sembra darle un pò di speranza in questa nuova relazione “lavorativa”.

Sboccia un sentimento ancora indefinito, qualcosa che va al di la del bene. E’ un sentimento profondo, sincero, puro e adorabile. I due entrano in sintonia. Will abbatte i suoi muri difensivi e  comincia a fidarsi.

Su richiesta di lei, si lascia fare la barba da Luisa e lo fa in un modo così dolce che guardarli è davvero commovente. Sotto la folta barba e l’aspetto rude si cela un ragazzo bellissimo e Luisa sta per innamorarsi. La relazione con il fidanzato Patrick infatti, inizia a vacillare. Il mondo di Patrick fatto di fitness, gare sportive e attenzioni ossessive sul proprio aspetto fisico, comincia ad essere sempre più lontano da quello di Luisa.

La signorina Clarck vuole stare al fianco di Will e contribuire a rendere migliore ogni istante della sua vita. E’ lì con lui per dimostrargli che “la vita è sempre degna di essere vissuta“.

Lo invita ad un concerto di musica classica. Il loro vero primo appuntamento. Lei indossa un abito rosso molto elegante e lui resta abbagliato dalla sua bellezza. L’immagine della ragazza impacciata e buffa lascia il posto a quella di una donna raffinata e innamorata che splende al suo fianco. Insieme sono adorabili. Due metà di una mela. Perfetti insieme.

Successivamente lui la inviterà a fare un viaggio, un viaggio da favola. Tutto è magico. Sulla riva del mare c’è il primo romantico bacio. Lei è l’unica ragione di vita per Will. L’unica cosa che gli faccia venire voglia di svegliarsi dall’incubo che sta vivendo dopo il terribile incidente.

Il loro amore è puro come quello di nessun altro. E il loro amore continuerà anche se Will deciderà di intraprendere un viaggio da solo, alla ricerca della sua “libertà”. Luisa per amore di Will non potrà far altro che accettare questa dolorosa scelta e continuare ad amarlo per sempre.

(Soul Sound)

Pubblicato in Film | 10 commenti

Ozio

finestra2

Il bianco oltre i vetri

dal tepore di una stanza

candido si posa.

(Soul Sound)

 

 

 

Pubblicato in Semplici pensieri | 3 commenti

Liebster Award 2016: thank you!

Fa seliebsterawardmpre piacere ricevere un riconoscimento tanto più se per questo blog che ho iniziato solo da pochi mesi. Per chi non lo conoscesse il Liebster Award è una nomina conferita ad un blog da altri bloggers; in sostanza un’iniziativa che aiuta a diffondere il proprio blog e fare comunità, creando una rete di lettori con interessi vari ma sintonizzati sulla stessa lunghezza d’onda. Vorrei quindi ringraziare tutti gli amici, bloggers e non, che hanno iniziato ad accompagnarmi in questa gradevole esperienza dalla quale sto ricevendo molto più di quanto sospettassi. In modo particolare vorrei ringraziare tokyomelange , che sto seguendo con simpatia nel suo nuovo progetto di vita, per avermi invitata a far parte di questa iniziativa. Questo post è dedicato a te e al tuo futuro!

Riassumo in breve le regole di partecipazione a Liebster Award:

1. Pubblicare il logo del Liebster Award sul proprio blog.
2. Ringraziare il blogger che ti ha nominato e seguirlo
3. Rispondere alle sue 11 domande.
4. Nominare a tua volta altri 11 blogger con meno di 200 follower.
5. Formulare altre nuove 11 domande per i tuoi blogger nominati.
6. Informare i tuoi blogger della nomination.

Queste sono le 11 domande di  tokyomelange a cui ho il piacere di rispondere:

1. Il momento della giornata che preferisci e perché

Il momento della giornata che preferisco in assoluto sono le prime ore del mattino.Trovo che la maggior parte delle persone al mattino sia più sincera e priva di difese rispetto al resto della giornata. Adoro osservare l’espressione sorniona e pacifica di fronte alla prima tazzina di caffè. Tutto al mattino è amplificato, i profumi, i suoni, i colori, e se si potesse fermare il tempo in quel momento preciso, lo farei.

2. La frase che ti motiva ogni giorno

La frase che mi motiva ogni giorno è un proverbio maori. “Guarda il sole e le ombre cadranno alle tue spalle”. Cerco di iniziare ogni giornata guardando il sole, quindi gli aspetti positivi, facendo sì che tutte le paure e le difficoltà scompaiano nel buio. Non è sempre facile trovarlo. In alcune giornate trovo solo la pioggia, ma del resto, è anch’essa un’esperienza. Senza di essa non saprei apprezzare appieno il calore del sole.

3. Cosa fai quando non ti senti felice?

Quando non mi sento felice la mia valvola di sfogo la trovo nella musica. Metto su una bella playlist di canzoni in linea con il mio umore, preparo una tisana rilassante e, se mi sono ricordata di comprarla 😉 , mangio del cioccolato fondente. Lascio andare i miei pensieri dove fa più male e mi concedo un bel pianto liberatorio.

4. A cosa non rinunceresti mai?

Non rinuncerei mai alla mia libertà.

5. La paura di sbagliare ti ha mai impedito di fare delle scelte?

La paura di sbagliare è una delle mie più grandi paure da sempre. E’ allo stesso tempo anche un ottimo trampolino di lancio. Senza la paura di sbagliare non c’è crescita nè miglioramento. Quindi, rispondendo alla tua domanda, direi che, se in una fase iniziale questa paura mi blocca, in un secondo momento mi sprona a dare il massimo.

6. Che cosa ti da maggior sicurezza in questo momento?

La maggior sicurezza in questo momento la trovo in me stessa. La trovo nell’aver imparato a non cercare la sicurezza in altro… In altre persone, in altre situazioni, in altro. Sto imparando a bastarmi e a credere maggiormente in me e nelle mie capacità.

7. Quale super-potere vorresti e come lo useresti?

Vorrei avere il potere di fermare il tempo. Mi piacerebbe mandare indietro le lancette dell’orologio in tutte quelle situazioni che lo necessitano. Cercherei di usarlo al meglio magari correggerei alcuni errori commessi e di sicuro non avrei più il timore di fare ritardo.

8. Qual’è il tuo talento nascosto?

Il mio talento nascosto è la cucina. Mi piace creare nuovi piatti , celebrare “matrimoni” tra gli ingredienti insoliti che ho al momento. Adoro chiedermi mentre preparo qualche nuovo piatto: Chissà come stanno insieme? e poi ovviamente assaggiare 🙂

9. Se venissi in Giappone cosa vorresti vedere o fare innanzitutto e perché?

Se venissi in Giappone mi piacerebbe venire in concomitanza con la fioritura degli alberi di ciliegio. Adoro la suggestività dei fiori rosa e il profumo che emanano. Conosco poco il Giappone e se approdassi in questo meraviglioso mondo mi lascerei guidare probabilmente da te tokyomelange 😉 La prima cosa che farei è mangiare del buon sushi con le bacchette, perchè sì sono una di quelle che al ristorante giapponese mangia con la forchetta!

10. Tre aspetti del Giappone che ti piacerebbe approfondire

Mi piacerebbe approfondire la cultura culinaria giapponese dal sushi al rituale del thè. Vorrei perdermi tra gli splendidi paesaggi che il Giappone offre e sarei curiosa di scoprire chi è e cosa fa una geisha.

11. Pensi ci siano dei punti in comune tra la cucina italiana e quella giapponese? Quali?

L’unico collegamento che ho trovato è nell’utilizzo del riso. Non so perchè ma gli “involtini” di sushi con all’interno tanti ripieni diversi mi hanno fatto pensare agli arancini di riso siciliani. Buonissimi!

Gli undici bloggers che vorrei coinvolgere sono

  1. i viali dell’anima- pensiero indaco
  2. LorenzoR
  3. laboratoriodipoesiapovera
  4. domenicomortellaro
  5. nanita
  6. vivo di poesia
  7. roma live
  8. il mago di oz blog
  9. samuelesilva
  10. matilde iride perlini
  11. le parole di paola- illaboratoriodipetunia2

Non me ne vogliano gli amici bloggers che non ho citato ma che seguo con affetto e simpatia. Molti di loro già superano la soglia massima di followers necessaria a questa partecipazione riservata a chi, come me,  si è affacciato solo da poco a questo mondo. Da voi sto imparando molto…grazie davvero e complimenti per il vostro lavoro ….avete tutti qualcosa di unico!

Le mie 11 domande:

  1. Se dovessi descriverti con una musica, tu quale canzone saresti?
  2. Qual’è il tuo peggior difetto?
  3. La qualità che ti rappresenta meglio.
  4. Credi nel destino? Se sì perchè?
  5. Qual’è il tuo sogno nel cassetto?
  6. Cosa fai quando sei veramente arrabbiato?
  7. Prova a descrivere cos’è la vita in una frase.
  8. Il tuo dolce preferito?
  9. II ricordo più bello della tua vita.
  10. Se potessi tornare indietro nel passato, cambieresti qualcosa? Se si cosa?
  11. Il tuo viaggio ideale sarebbe verso…?

Chiaramente non siete obbligati a partecipare ma non vi nascondo che mi piacerebbe molto leggere le vostre risposte, mentre invito chiunque lo desideri a rispondere o commentare.

Un abbraccio e tanti tanti auguri per un  2017 da favola!

Parole in circolo site ♥

Pubblicato in Liebster award 2016, Storie | 6 commenti

Solo per un giorno

shutterstock_128610182

In questi giorni pre-referendum rifletto sull’importanza della libera scelta.

I SI e i NO incollati sulle mura della città, viaggiano sui mezzi pubblici, si fanno notare tra la folla.

Sorvola all’orizzonte uno stormo di X in grassetto.

Sono lì per farsi afferrare e per lasciare una traccia del nostro passaggio, della nostra scelta.

Scegliendo si è liberi, si è umani.

Esseri umani che decidono, che pensano, che rinunciano a quel che non è utile. Si sceglie quindi ciò che è utile, ciò che ha valore, per noi, in un preciso momento.

Allo stesso tempo ci si afferma occupando una fetta di spazio e di tempo, nel mondo.

Domenica prossima ci sarà per me un duplice referendum.

Il primo è di tipo politico.

Il secondo invece, è di tipo affettivo.

Scelgo di tornare indietro, per un giorno, sui miei passi.

Scelgo di darmi una possibilità.

Scelgo di ricostruire, uno di quei ponti che avevo distrutto. Un ponte troppo fragile per poter durare nel tempo.

Il silenzio di questi ultimi anni mi ha raccontato tantissime cose su di me.

Voglio tornare indietro solo per un giorno e da lì ripartire.

Da lì ripartire per andare avanti.

Con affetto

Soul Sound

 

Pubblicato in Quotidianità | 2 commenti

La scommessa

ecc_167405_471733769508944_1501775922_n

Amare è fiducia

richiede il coraggio

di un lancio

di moneta

nel vuoto.

 

 

(P.S.)

 

 

Pubblicato in Poesia | 7 commenti