Dona

Kintsugi:riparare con l’oro

Dona gli abbracci

a chi ha ali spiegate

come gabbiani

non versare più una lacrima

invana

in questo mare di pianti antichi.

Ricorda e dimentica

il dolore

di un tempo sospeso

senza appigli.

Lente di ingrandimento

tra le crepe

microfratture

riaperte

che riempiremo

con l’oro.

Regala il tuo tempo

a chi sa attendere

un nuovo inizio

con speranza.

Riscrivi un’altra storia

dal fondo

risali la china

respira forte

verso nuove possibilità.

Pubblicità

Chilometri

Chilometri

interni

di strade

di luci e ombre

ho percorso

trasformando

un pensiero.

Non possiamo sottrarci al succedere degli eventi

ma possiamo soppesare la sua pesantezza

dargli un valore

uno spazio

sempre minore

per poi abbandonarlo

lasciarlo soccombere.

Cammina

con i pensieri

tornerai

al centro

con uno sguardo nuovo

c’è una strada

che non vedi

invisibile in velocità

rallenta,

il tempo scorre

come un fiume

e fa il suo corso.

Albert Einstein

6a052955a2107704a6d3923e10c5ca7b
Albert Einstein, il più grande fisico del XX secolo, Ulma 14 marzo 1879- Princeton 18 aprile 1955.

 

“La vita è come andare in bicicletta. Per mantenere l’equilibrio devi muoverti”.

“Chi dice che è impossibile… non dovrebbe disturbare chi ce la sta facendo”.

“C’è una forza motrice più forte del vapore, dell’elettricità e dell’energia atomica: la volontà”.

“Colui che segue la folla non andrà mai più lontano della folla. Colui che va da solo sarà più probabile che si troverà in luoghi dove nessuno è arrivato”.

“La logica vi porterà da A a B, l’immaginazione vi porterà dappertutto”.

“Se vuoi una vita felice, devi dedicarla a un obiettivo, non a delle persone o delle cose”.

“Non smettiamo mai di osservare come bambini curiosi il grande mistero in cui siamo nati”.

 

La vocazione di perdersi

51S-uzaHUHL

“Così, tenendoci in sintonia con queste epopeee e con altre sconosciute che ci precedettero nella notte dei tempi, la marcia verso orizzonti che si avvicinano con lentezza estrema è costruzione di fiducia, per istinto appreso nelle ere dell’evoluzione.

Se per la nostra crescita è così utile perdere la strada, o andare per una via ignota – anche se non tutti la apprezzano – dipende da un dato di fatto universale, cioè che l’evoluzione della vita si fonda sulle deviazioni: la natura stessa usa l’errore per generare la meravigliosa varietà dei viventi e la biodiversità.”

Estratto da “La vocazione di perdersi, piccolo saggio su come le vie trovano i viandanti” di Franco Michieli.

Come ci si sente

woman-horse

Come ci si sente

come dopo un grande sforzo fisico

i pugni che hai tenuto stretti

possono rilassarsi

sciogliersi

C’è la resa

il corpo si alleggerisce

ha spezzato tutte le catene

abbattuto i muri,

non so quantificare quanti tramonti

mi occorrano ancora

ma non smetterò di camminare.

Quel che possiamo fare

è dare senso

o ridare un senso

a quello che è successo

dandoci le parole

e le possibilità per farlo.

Ho una gran voglia di luoghi

e di posti in cui tornare

di persone, di epoche

da rincontrare.

Ho voglia di partire

verso viaggi incerti

ma partiamo lo stesso.

Sono stanca dell’immobilità

Del silenzio

e della malinconia

che a volte mi prende.

Mi parlo e trovo motivazioni ogni giorno

una chiave di accesso ai nostri cuori

sconnessi.

Tornano i sogni

e le parole

grazie a chi mi tende la mano

e sa ascoltare i silenzi,

ci sto provando da sola

insieme a tutti voi

mi rialzo dopo la caduta

e torno a cavallo

mi ricordo di com’ero

e di come voglio essere,

felice.